Nella saliva uno dei segreti l’evoluzione dell’uomo

19 Ottobre 2020
https://www.sorridibene.it/wp-content/uploads/2020/11/forest-trees-northwestisbest-exploress-1280x720.jpg

Nella saliva uno dei segreti l’evoluzione dell’uomo

Potrebbe essere nella saliva uno dei segreti che hanno contribuito a far avanzare gli esseri umani nella catena evolutiva. E’ quanto evidenzia una nuova ricerca pubblicata su Molecular Biology and Evolution che mostra come la saliva umana sia più acquosa e contiene un diverso mix di proteine rispetto a quella di scimmie, scimpanzé e gorilla. La saliva aiuta a digerire il cibo, protegge lo smalto dei denti e i microbi in bocca, costituisce una prima linea di difesa contro i patogeni e svolge un ruolo importante anche nel linguaggio e nel gusto. “Sapevamo già che gli adattamenti evolutivi a una dieta specifica per l’uomo hanno portato a ovvi cambiamenti alle mascelle e ai denti, così come al microbioma orale. Le nostre scoperte ora aprono la possibilità che differenze alimentari e pressioni patogene possano aver modellato una saliva distinta nell’uomo”, ha affermato Stefan Ruhl, ricercatore capo e professore di biologia orale presso la School of Dental Medicine dell’Università di Buffalo, negli Usa.

I ricercatori hanno confrontato le proteine salivari degli esseri umani con quelle di gorilla, scimpanzé e macachi. La dieta umana, caratterizzata dal consumo di carne e cibi cotti, ha portato a forti differenze nella saliva degli umani rispetto a quella di altri primati. Ad esempio, gli umani hanno saliva più acquosa, il contenuto proteico complessivo è inferiore, ma la saliva umana è più abile a scomporre l’amido (è più ricca di amilasi), a modificare il grasso e a rilevare i sapori. Inoltre è più ricca una proteina che aiuta il metabolismo dei grassi. “Le scimmie masticano il loro cibo ricco di fibre per periodi di tempo più lunghi, mentre gli umani ingoiano il cibo più velocemente. Una consistenza acquosa di saliva potrebbe aiutare a una più rapida digestione del cibo e una più facile deglutizione”, spiega Supaporn “Nina” Thamadilok. La sfida sarà ora decifrare le basi genetiche di questi cambiamenti e comprendere i meccanismi evolutivi che li hanno causati.

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato sugli ultimi approfondimenti. Ogni mese tratteremo una tematica di interesse per fornirti gli strumenti di valutazione e le linee guida per saper scegliere con consapevolezza ortodontisti e terapie.

    https://www.sorridibene.it/wp-content/uploads/2017/04/logo-sorridibene@1x.png

    Sorridibene è il portale informativo sull’ortodonzia offerto dalla società italiana degli ortodontisti S.I.D.O.

    Seguici sui Social Network per leggere i nostri consigli dedicati a te!

    Chiedi All'ortodontista

      © 2017 SIDO – Tutti i diritti riservati –   P.Iva: 09912490159 – Privacy Cookies