Ortodonzia invisibile: cos’è e a chi si rivolge

  1. Homepage
  2. Guida agli apparecchi ortodontici
  3. Ortodonzia invisibile: cos’è e a chi si rivolge
Ortodonzia invisibile: cos’è e a chi si rivolge

Vuoi un bel sorriso ma senza l’impaccio dell’apparecchio? Sei un classico paziente di un ortodontista!
Nostro malgrado, dobbiamo svelarti che gli apparecchi sono strumenti indispensabili per ottenere il risultato sperato.

Ma c’è una bella notizia: oggi esistono varie tecniche sempre più attente non solo al raggiungimento del risultato ottimale finale, ma anche all’estetica e all’impatto visivo meno invasivo possibile durante la fase del trattamento stesso. Stiamo parlando dell’Ortodonzia Invisibile.
L’ortodonzia invisibile è tale proprio perché mantiene inalterata l’estetica del sorriso. Rappresenta quindi un approccio innovativo alla terapia ortodontica; il trattamento ha gli stessi obiettivi del trattamento tradizionale ma offre notevoli vantaggi e comprende una serie di tecniche per riallineare i denti, in modo che i dispositivi utilizzati non siano visibili dall'esterno.

Esistono principalmente due tecniche che fanno parte dell’ortodonzia invisibile:

  • Ortodonzia tramite gli allineatori

  • Ortodonzia linguale

Ortodonzia con allineatori

L’ortodonzia invisibile tramite gli allineatori prevede una serie di mascherine su misura, trasparenti e removibili (vengono cambiate ogni 7-15 giorni). Affinché possa essere garantito il risultato finale programmato in precedenza tramite dei software di ultima generazione, è necessario che vengano indossate durante l’intero giorno e l’intera notte, ad eccezione dei pasti e del tempo dedicato all'igiene orale. Mano a mano che vengono cambiate le mascherine, il trattamento procede fino ad arrivare all'obiettivo finale.
Tra gli importanti vantaggi, oltre a garantire la trasparenza, la fonetica non subisce variazioni.

Con questi apparecchi possono essere trattati molti problemi ortodontici, ma non tutti. Alcuni movimenti dentali seguono bene la spinta ricevuta dalle mascherine, mentre altri sono meno predicibili rispetto all'uso dei classi apparecchi fissi.

Ortodonzia linguale

L’ortodonzia linguale è una tecnica fissa, parallela alla comune ortodonzia con attacchi incollati sui denti. La differenza sta nel fatto che in questo caso, gli attacchi vengono posizionati sulla superficie interna del dente, garantendo la totale invisibilità del dispositivo. Gli attacchi linguali si differenziano per i diversi materiali come metallo e oro e possono essere costruiti su misura in base alla forma precisa del dente oppure essere di dimensioni standard.

I primi giorni possono risultare fastidiosi per la fonetica e per la postura linguale e si può riscontrare più difficoltà nelle metodiche d’igiene orale. Tuttavia, a vantaggio di questa tecnica, abbiamo l’alta predicibilità del risultato.

A chi si rivolge

Se ti stai chiedendo se sei in target per questa tipologia di trattamento, possiamo indicarti che Il paziente di elezione è sicuramente quello in età adulta, proprio per il disagio che può provocare un apparecchio tradizionale. L’ortodonzia invisibile bypassa completamente questo tipo di problema garantendo un ottimo risultato senza avere forte impatto sull’estetica.

In realtà, il trattamento può essere anche effettuato in età adolescenziale con buoni risultati.

Quanto dura il trattamento

La durata è paragonabile a quella dell’ortodonzia tradizionale. In generale, per quanto riguarda la terapia con gli allineatori varia a seconda della complessità del caso e del numero delle mascherine previste ma comunque non supera solitamente i 12 -24 mesi.

Per quanto riguarda la terapia con attacchi linguali, anche in questo caso la durata dipende dalla complessità del caso ma in genere si prevede un tempo variabile tra i 18 e i 24 mesi.